Ταραμοσαλατα (Taramosalata)

Tradizionalmente la taramosalata si prepara con il Ταραμα (tarama), uova di carpa in salamoia. Nella cucina moderna invece vengono usate uova di merluzzo, di salmone di lompo o di aringa, bottarga di cefalo; dall’uso delle uova dipende il colore della taramosalata che può variare dal bianco al rosato.

Ingredienti per due – tre persone
50 gr. di uova di pesce
Pane casareccio (mollica) tipo Napoli o Genzano 200 gr.
Crosta del pane casareccio rimasto
Olio evo q.b.
Limone q.b.
N. 1 cipolla da usare all’occorrenza, fresca o secca lasciata marinare con sale aceto
N. 5 olive di Kalamata oppure di Grecia (per guarnire il piatto in fase finale)

Preparazione
Pestare le uova di pesce in un mortaio in modo da romperle e con olio e limone formare una salsina compatta e liscia (non si devono sentire grumi).
Bagnare la mollica di pane e poi strizzarla, mettendone subito da parte una piccola quantità necessaria a modulare la densità se occorre.
Versare la salsina in un robottino o mixer con la mollica di pane strizzata, aggiungere olio e succo di limone ed alcune fettine di cipolla; iniziare a frullare sino a quando si ottiene una mousse omogenea. Nel controllare la lavorazione, aggiungere un cucchiaio di olio ed un cucchiaio di limone spremuto.
Nel caso il composto risulti troppo liquido aggiungere la mollica di pane tenuta da parte e continuare a lavorarlo; se invece è troppo denso aggiungere dell’acqua ed olio nella misura di due cucchiai.

Presentazione della pietanza
Prendere una ciotola od un piatto ovale, versare la crema ottenuta, guarnire con fettine di cipolla il bordo della ciotola o del piatto, in modo da formare una corolla di petali e completare la guarnizione aggiungendo al centro della ciotola o del piatto le olive di Kalamata o di Grecia.

Gustare la crema su crostini di pane ottenuti dalla crosta di pane non utilizzata, affettata e tostata al grill.

Valter ed Elide

  (▀̿̿Ĺ̯̿▀̿ ̿) & (✿◠‿◠)